Saturday, 27 October 2012

La Marca di San Michele Wines

In the Le Marche region of eastern Italy there are many producers of the Verdicchio white wines which are so typical of this part of Italy. Increasingly many of the Verdichhio wines in this region are being made by using organic methods of production and now a very few of the smaller more dynamic producers are starting to make wines using only biodynamic methods of viniculture.
One such producer now making a range of  biodynamic Verdicchio white wines is the small artisan wine maker La Marca di San Michele who are based near the pretty town of Cupramontana in central Le Marche.

Nella regione Marche, nella parte est dell'Italia, possiamo molti produttori di Verdicchio, essendo questo vino bianco tipico della regione. Sempre più produttori della zona stanno concentrandosi sull'utilizzo di tecniche di coltivazione e produzione organici ed una ristretta fascia di produttori su tecniche biodinamiche.
Uno di questi produttori, che si sta ora concentrando su una linea di Verdicchio biodinamico, è La Marca di San Michele situata nella cittadina di Cupramontana nella provincia di Ancona.




The gentle rolling hills and mild micro climate of this area of Le Marche is perfect for the production of Verdicchio wines and it is believed that wine making dates back to the Carmolite monks who first established themselves in this area in the 12th Century.
The Bonci family first owned a vineyard in this area at the beginning of the 20th Century when land was purchased by Domenico Bonci and since then the family Bonci has increased the size of the vineyards substantially.
In 2006 Alessandro and Beatrice Bonci created a new company focused on producing wine only by organic methods from six hectares of land seperate from the other Bonci vineyards. Alessandro and Beatrice now aim to be a producing fine Verdicchio wines from a fully biodynamic vineyard by early next summer 2012.

Le colline di questa zona e le particolari condizioni micro-climatiche rendono l'area perfetta per la produzione  del Verdicchio che in questa zona risale ad 12esimo secolo ad opera di una congregazione di monaci Carmelitani che qui avevano il loro monastero.
La famiglia Bonci ha acquistato la prima vigna in quest'area all'inizio del '900 ad opera di Domenico Bonci e da allora la famiglia ha portato avanti la produzione di Verdicchio incrementandone notevolmente la varietà e l'estensione.
Nel 2006 Alessandro e Beatrice Bonci hanno creato una nuova azienda incentrata sulla produzione esclusiva di vino con modalità biologiche rilevando sei acri delle vigne di famiglia. Alessandro e Beatrice ora portano avanti un progetto di produzione di Verdicchio secondo modalità interamente biodinamiche.


This excellent small artisan wine producer makes only two fine Verdicchio wines, Il Pigro and Capo Volto, with a total production of only 2,500 bottles for Il Pigro and around 6,500 for Capo Volto. 
Il Pigro is aged in barrels for nine months and then released twenty months after the original harvest, CapoVolto is aged on the lees in stainless steel for eight months and then for a minimum of six months in the bottle.
Both wines are dry with a delicate citrus bouquet and a slightly acidic finish, offering the consumer two wonderful examples of the Verdicchio white wines from Le Marche.

Questa eccellente piccola azienda produce al momento due tipologie di Verdicchio, Il Pigro ed il Capovolto per una produzione totale di sole 2.500 bottiglie per Il pigro, ed all'incirca 6.500 per il Capovolto.
Il Pigro è invecchiato in botti di legno per nove mesi e poi passato in bottiglie per un totale di 20 mesi di invecchiamento. Il Capovolto è invecchiato otto mesi in botti di acciaio e poi passato il bottiglia per un minimo di 6 mesi prima dell'immissione sul mercato.
Entrambi i vini risultano freschi e delicati con note di cedro e leggermente acidi sul finire ed entrambi offrono al consumatore due magnifici esempi di produzione di Verdicchio dalle Marche.

No comments:

Post a Comment

Post a Comment